Al cinema, in casa, con Venere 50! “Boles” di Špela Čadež

Al cinema, in casa, con Venere 50! vi propone ogni settimana la visione di un film che stato realizzato da una donna o che racconta la storia di una o più donne. Un piccolo viaggio alla scoperta di opere poco conosciute, ma che sapranno certamente colpire vostra attenzione.

 

Mettetevi comode, dunque e buona visione!

 

Špela Čadež è un’animatrice slovena che si è affermata grazie al suo corto Nighthawk del 2017 .

Nel 2013 Boles, basato su un racconto di Maxim Gorky , Čadež utilizza l’animazione delle marionette in stop-motion per raccontare la storia degli incontri, forse immaginari, tra uno scrittore solitario e la sua infelice vicina di casa . Oscillando tra fantasia e realismo, le lotte di Filip con il blocco dello scrittore vengono interrotte quando la sua voluttuosa vicina Tereza gli chiede di scrivere una lettera al suo ragazzo.

La costruzione in silicone dei pupazzi consente una malleabilità spesso non comune allo stop-motion e i set sono magnificamente realizzati, ricordando in qualche modo la casa di una bambola.