Il lifting consapevole

La ginnastica facciale ha iniziato ad essere diffusa nei primi anni ’80 grazie allo studio dei muscoli del volto e alla volontà di dare una risposta alternativa e più naturale all’esigenza di mantenere il viso tonico.

 

E’ proprio negli anni’70- ’80 che si vedono i volti trasfigurati da lifting chirurgici estremi, filler per zigomi e labbra non riassorbibili a base di collagene bovino, suino e anche umano (questi tipi di filler sono stati utilizzati fino ad alcuni anni orsono ma ormai abbandonati) che rendevano i volti trasformati e irriconoscibili, oltre a causare forti reazioni allergiche, con gravi danni permanenti alla pelle.
Con il passare degli anni si è vista una inversione di tendenza che ha portato a desiderare un approccio all’ estetica più naturale e meno invasivo e ora sono in costante aumento le richieste di trattamenti estetico medicali come filler all’ acido ialuronico crosslinkato, oppure micro iniezioni biorivitalizzanti a base di cocktail di vitamine, antiossidanti e altre sostanze benefiche per la pelle.

 

Anche la richiesta di trattamenti di estetica professionale sono aumentati e sono ormai tante le estetiste specializzate in trattamenti al volto che con massaggi, maschere, applicazione di sieri e creme nutrono la pelle, la rendono liscia, compatta e senza imperfezioni.
Di conseguenza nel tempo è aumentata anche la consapevolezza che oltre ad affidarsi all’estetista per la cura della pelle e al medico estetico per trattamenti più profondi e riempitivi, fosse necessario allenare e sviluppare la muscolatura del volto per contrastare i cedimenti strutturali causati dalla riduzione della massa muscolare, dovuta sia all’età che all’inattività. Ci piace sempre ricordare che migliorare il tono muscolare dipende solo da noi.

 

Il volto umano si compone di 57 muscoli superficiali e profondi grazie ai quali siamo in grado masticare, apriere e chiudere gli occhi, esprimere emozioni etc. Il volto, come qualsiasi altra parte del corpo, ha bisogno di allenamento costante per mantenersi tonico per un effetto lifting a costo zero.

La ginnastica facciale, o lifting gym, come tutti i tipi di allenamento fa bene a tutte le età e non è mai troppo tardi per iniziare e non è sufficiente affidarsi ad un tutorial su internet, ma è importante, almeno all’inizio, seguire un corso che ci faccia eseguire correttamente tutta la gamma di esercizi, considerando che si tratta di vere e proprie sequenze che interessano distretti muscolari specifici.
La tecnica della ginnastica facciale è ormai largamente praticata da varie celebrities che hanno compreso come ginnastica e trattamenti cosmetici sono il connubio ideale per mantenere il viso fresco, tonico, ossigenato e giovane.
La “moda” dell’ultimo momento è lo yoga facciale che ha ampliato la gamma di esercizi da abbinare alla ginnastica facciale. La sostanziale differenza sta nel fatto che nella ginnastica facciale viene svolta un’attività isotonica (contrazione e rilassamento dei muscoli), mentre nello yoga facciale c’è una contrazione isometrica (la posizione viene mantenuta anche per un minuto). L’alternanza di queste due tecniche all’interno di una sequenza specifica permette di ottenere il massimo dei risultati.

 

Ricordiamo che il 15 gennaio, che presso il  C.A.T. comincerà il corso di Lifting Consapevole, condotto da Rossana Merighi.

Il corso è rivolto a tutte le persone (senza limite di età) che scelgono un approccio olistico per mantenere o migliorare la tonicità del volto, per ossigenare illuminare ed elasticizzare la pelle.

 

Per informazioni e iscrizioni:
380 109 7754
rossanamerighi23@gmail.com

 

 

a cura di Rossana Merighi, professional beauty trainer e insegnante di ginnastica facciale.
rossanamerighi23@gmail.com